Piano Operativo Comunale (POC)

Ultima modifica 22 maggio 2024

Piano Operativo Comunale (POC)

Il Piano Operativo è l’atto di governo del territorio che attua i principi del Piano Strutturale e scende nel dettaglio, definendo la destinazione delle singole aree del territorio e permettendo quindi l’inizio delle pratiche edilizie.

Con Deliberazione del Consiglio Comunale di Calenzano n. 137 del 10/11/2022 è stato approvato il Piano Operativo Comunale ai sensi dell’art. 19 della L.R.T. n. 65/2014; con la stessa Deliberazione di C.C. si dà atto che, con l’approvazione del Piano Operativo, si è chiuso il processo di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) ai sensi della L.R.T. n. 10/2010. 

Inoltre, con la quarta ed ultima seduta della Conferenza Paesaggistica del 07/12/2022 si è chiusa con esito positivo la conformazione del Piano Operativo al P.I.T./P.P.R., ai sensi dell’art. 31 della L.R.T. 65/2014 e dell’art. 21 della Disciplina di Piano del P.I.T./P.P.R.; il Piano Operativo pertanto acquista efficacia decorsi trenta giorni dalla pubblicazione dell'avviso sul B.U.R.T. n. 50 parte II del 14/12/2022, vale a dire dal 13/01/2023.

Elemento ordinatore del nuovo processo di pianificazione è la riconfigurazione della città pubblica; il rafforzamento del disegno dello spazio pubblico (strade, giardini, piste ciclabili, marciapiedi, piazze) dato dalla riorganizzazione in rete, punta qualitativamente a mantenere o incrementare la dotazione di 52 mq per abitante registrata a Calenzano, un dato ben al di sopra dello standard minimo nazionale attestato sui 18 mq per abitante.

Per informazioni: poc@comune.calenzano.fi.it

L’accessibilità, per una città pubblica capace di dialogare con tutte le categorie sociali, tramite il nuovo piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, e la fruizione della città e del territorio tramite il piano del traffico e il piano della mobilità sostenibile.

La rigenerazione delle aree produttive mira a garantire standard infrastrutturali, ecologici e di accessibilità al fine di creare vantaggi strumentali alle imprese, in modo da rilanciarne anche l’attività.

La sicurezza urbana, tramite il piano di protezione civile, tenendo conto anche degli studi sulla vulnerabilità sismica;

La forestazione urbana, tramite incentivi alla realizzazione di nuove aree verdi, allo scopo di abbattere la CO2 e preparare maggiormente la città a rispondere ai cambiamenti climatici;

La valorizzazione e fruizione del territorio rurale tramite la promozione dell’attività agricola e di forme di accoglienza turistica ricettiva.

Inoltre il Piano attuerà politiche rivolte alla sostenibilità sociale tramite l’aumento della dotazione di edifici ad affitto agevolato ed alloggi per l’emergenza abitativa.

Allegati


 


Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli?
2/2
Inserire massimo 200 caratteri
È necessario verificare che tu non sia un robot